Log in

Recensione spettacolo: D.N.A. Bullying Play

Il giorno domenica 10 dicembre 2017, ci siamo recate alle 18:00 presso il teatro Fenaroli di lanciano. Dalle 18 alle 19, nella sala convegni del teatro, si è svolto un dibattito con gli attori Alessandro Blasioli, Ilaria Camplone, Andrea Carpiceci, Giulia Gallone,Massimo Leone, Martino Loberto, Laura Molinari,Giorgio Sales, Massimo Scoci, Andrea Palladino, Zoe Solferino, con la partecipazione del sindaco M. Pupillo e una parte dell’amministrazione. Durante il dibattito gli attori hanno approfondito la trama dell’opera di Dennis Kelly, e insieme agli studenti, con vari interventi hanno parlato del significato dello spettacolo.
Alle ore 21:00 è iniziato lo spettacolo.
Breve ma intenso, parla di un gruppo di ragazzi che annoiati, sono alla ricerca di divertimento; decidono così di incontrarsi di notte in un bosco, dove sono incontrollati e liberi di fare ciò che vogliono. Partendo da uno scherzo, prendono di mira un ragazzo, è il loro capro espiatorio, che sarà per tutto lo spettacolo protagonista dell’opera. Si troverà in situazioni precarie, i suoi ‘’amici’’ penseranno sia morto, saranno logorati del sentimento di paura e di senso di colpa. Tutti insieme escogiteranno un piano per uscirne puliti, saranno loro stessi a denunciare la scomparsa del nemico. Lo andranno a cercare capendo che era cambiato, era diventato pazzo, e proprio per questo tutti insieme decideranno di ucciderlo accusando ‘’un grosso uomo senza capelli con un maglia blu’’.
Un’opera sicuramente attualissima. Mostra come dalla si possa passare a compiere un omicidio. Parla di adolescenti, ineducati che si alleano contro il più timido ma anche il più intelligente, che decide lui stesso, a causa della sofferenza che provava, di non voler tornare in città. Un atto di bullismo che si trasformerà in poche notti in una tragedia

Le alunne: Laura Russo, Sara Shini, Lorenza Sabatini, Anna Favilla

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Log in or Sign up