Mercoledì, 07 Febbraio 2018 10:36

UNO ZIO VANJA

Scritto da Rocco Falciglia
Vota questo articolo
(0 Voti)

6 febbraio 2018

Spettacolo tragicomico. A tratti concede leggere risate, spesso dovute a situazioni disperate. Gelosie, amori non ricambiati, infelicità e rimorso sono predominanti. Un terremoto che in una cittadina di provincia ha segnato la fine di tanti sogni di una famiglia che incentra la propria vita sulla gestione di un teatro che ormai cade a pezzi. Lo spettacolo offre molte riflessioni sulla vita umana e sull’uomo, che piuttosto che apprezzare la bellezza della natura la distrugge e che per guadagnare qualche soldo in più costruisce le case con materiali scadenti, provocando la morte di molte persone. Oltre al disprezzo per il genere umano, un altro tema centrale dello spettacolo è l’amore. Nell’infelicità di una vita noiosa che non si addice a nessuno dei personaggi l’unica cosa per cui vale la pena vivere è l’amore che talvolta peró conduce alla follia. Non avendo più niente, l’unica cosa che rimane da sperare è una ricompensa ultraterrena

Letto 173 volte

Login Form