Lunedì, 13 Febbraio 2017 10:05

"China Doll-Sotto Scacco" di David Mamet

Scritto da Nicolas Cavacini
Vota questo articolo
(0 Voti)

Regia di Massimo D'Alatri
con Eros Pagni e Roberto Caccioppoli

Mickey Ross (Eros Pagni), l'incarnazione del tipico uomo d'affari che gestisce business e vita privata da dietro una scrivania e un telefono, orchestra questo spettacolo in modo così realistico e preciso, che al pubblico sin dal primo dialogo fra l'imprenditore e il suo ipotetico interlocutore di là dalla cornetta, risulta immediatamente spontanea la domanda della effettiva presenza di qualcuno che stesse veramente parlando con lui: le capacità del Pagni di realizzare una conversazione letteralmente con se stesso, attenendosi al copione in modo fedele, ma rendendolo dinamico con interruzioni continue e sospiri che avverrebbero in una vera chiamata fra due persone, rendono questo spettacolo un qualcosa di magnifico e mai visto prima. La sceneggiatura, se non fosse per l'estrema bravura dei due attori sul palco, risulterebbe monotona e molto scarna, inoltre la storia non avrebbe modo di snodarsi e proseguire in modo convincente e anche interessante per il pubblico, per via della sua attinenza ad un'unica ambientazione(lo studio di Ross), a due soli attori che scambiano battute l'un l'altro alternandosi a momenti morti in cui Ross stesso parla al telefono, e anche per la "apparente" mancanza di dinamicità che il sentire avvenimenti lontani tramite un apparecchio, e che quindi fanno da sfondo alla storia, potrebbe causare. E in realtà è il completo opposto: Carson, l'assistente tirocinante interpretato da Roberto Caccioppoli, interagisce col Signor Ross in una maniera talmente naturale e disinvolta, da rendere la logica, il perché e il come della situazione plausibili e incredibilmente realistici: noi ci troviamo veramente in America, a Toronto, e siamo spettatori di una giornata lavorativa dell'imprenditore Mickey Ross, non di uno spettacolo teatrale. E che dire del modo in cui gli avvenimenti di cui siamo informati continuamente tramite le discussioni di Ross al telefono con altri imprenditori, amici, nonché la sua fidanzata Francine, hanno un impatto importantissimo e risolutivo della trama, e aggiungerei, anche del tutto inaspettato.
Uno spettacolo semplicemente eccellente.

Nicolas Cavacini.

Letto 462 volte

Login Form