Log in

"Mi hanno rimasto solo" di Michele La Ginestra - 25 gennaio 2017

Michele La Ginestra mette in scena questo "One Man Show", ovvero uno spettacolo molto rischioso se non gestito in modo geniale e impeccabile, in cui si pone come unico e solo protagonista, interpretando vari ruoli, imitando diverse voci e facendo divertire il pubblico con la sua sola capacità oratoria e di intrattenitore. Divertire sì, ma il divertimento non è il suo solo obbiettivo: tramite il riso, la parodia, scambi umoristici con gli spettatori, ritorna sempre sui suoi passi, alternando allo scherzo, la serietà riflessiva di argomenti che affliggono la società attuale, alcune volte immedesimandosi nelle situazioni stesse, altre volte invece alludendovi soltanto, portando quindi gli ascoltatori a pensare in prima persona alle tematiche ferventi del 21esimo secolo, fra cui: l'affermarsi della tecnologia, e quindi la conseguente e sempre crescente mancanza di dialogo fra persone, la poca serietà dei rapporti di coppia, la situazione economica nonché sociale di moltissime realtà umane, fede e chiesa etc.. etc..
Lo spettacolo attinge dal genere del Musical, alternando a veri e propri monologhi di La Ginestra o di scambi di battute col pubblico, spezzoni interamente cantati con una coreografia semplice ed essenziale, ma che aiuta ad arricchire l'impatto sonoro rendendolo "vivo" da un punto di vista reattivo: il corpo di ballo interagisce con Michele, lo sostiene nelle sue affermazioni dialogistiche, lo esorta e sprona a fare del suo meglio per portare alla vita ogni personaggio nella sua diversa individualità, ma è pronto anche a sedersi comodo in secondo piano, lasciandogli in pieno la scena e i riflettori, ascoltandolo con attenzione. Spettacolo promosso sotto ogni punto di vista.

Nicolas Cavacini

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Log in or Sign up