Log in

Un tram che si chiama desiderio

SPETTACOLO RINVIATO

Venerdì 29 novembre 2019 ore 21,00 

Sabato 30 Novembre 2019 ore 21,00

Gitiesse Artisti Riuniti- La Pirandelliana- collaborazione con AMAT

UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO

di Tennessee Williams

traduzione Masolino D’Amico

con MARIANGELA D’ABBRACCIO e DANIELE PECCI

e con Angela Ciaburri, Stefano Scandaletti, Gabriele Anagni, Erika Puddu, Massimo Odierna

luci Luigi Ascione

scene, costumi e regia di Pier Luigi Pizzi

“Un tram che si chiama desiderio” divenne il capolavoro di Tennessee Williams. Un testo amato, odiato e comunque conosciuto in tutto il mondo, una pietra miliare del teatro e del cinema. Nel 1951 il film diretto da Elia Kazan, vide protagonisti Vivien Leigh e Marlon Brando e vinse Oscar. Il film è basato sull'omonimo dramma di Williams del 1947 ancora oggi letto e rappresentato con interesse ed emozione: una storia che alzava il velo sulla macchina oppressiva della famiglia, sull’anima ipocrita dei pregiudizi e sulla feroce stupidità delle paure morali. Il dramma, premio Pulitzer nel ’47, mette per la prima volta l’America allo specchio su temi come omosessualità, sesso, disagio mentale, problematiche familiari, maschilismo, femminilità maltrattata, ipocrisia sociale. Protagonisti due volti noti ed apprezzati dello spettacolo: Mariangela D’Abbraccio, grande interprete del nostro teatro, reduce dai successi di Filumena Marturano, spettacolo che due anni fa apprezzammo al Fenaroli, e Daniele Pecci, attore di grande talento che nonostante i successi televisivi e nel cinema torna sempre ai grandi ruoli nel teatro.

Video

Log in or Sign up