Martedì, 24 Aprile 2012 09:44

A che servono questi quattrini

Scritto da Federica Di Rado
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il giorno martedì 6 marzo 2012, al Teatro Fedele Fenaroli di Lanciano è andata in scena la commedia “A che servono questi quattrini”, recitata e animata dalla compagnia di Luigi De Filippo.

Egli in scena interpreta il marchese Eduardo Parascandoli, un ormai povero nobile caduto in rovina, ma di ciò non se ne fa un dramma. Inoltre il personaggio è caratterizzato da una passione per la filosofia stoica. Il marchese insegna il disprezzo per i beni materiali a Vincenzino Esposito, il suo più fedele seguace. Eduardo Parascandoli fa credere a tutti, compreso l' ingenuo Vincenzino, che quest' ultimo ha ereditato una cospicua somma di denaro. Il suo scopo però, è dimostrare che i quattrini non servono a nulla, infatti basta la fama della ricchezza per procurarsi crediti da tutti e dimostra inoltre che per guadagnare del danaro non occorre né lavorare, né disporre di capitali, ma basta essere furbi.

Federica Di Rado IC

 

 

Letto 699 volte

Login Form