Log in

STAGIONE 2022 DELL'ESTATE MUSICALE FRENTANA

GLI "AMICI DELLA MUSICA" PRESENTANO LA STAGIONE 2022 DELL'ESTATE MUSICALE FRENTANA

Avos Project in concerto aprirà il sipario sulla stagione numero 51 dell’Estate Musicale Frentana e lo farà domenica 19 giugno, alle ore 21, nella piazza d’armi delle Torri Montanare per il progetto “Music for Nature” arrivato ormai al suo terzo anno. Quella dell’Estate Musicale Frentana sarà infatti una stagione che, attraverso la grande musica, vuole parlare di Ambiente e sensibilizzare i più giovani al rispetto del nostro Pianeta. E lo farà con le due produzioni, “Riciclando in Opera” e “Riciclando in ballo” patrocinate anche dall’assessorato all'Urbanistica, Pianificazione territoriale, Demanio marittimo, Energia e Rifiuti della Regione Abruzzo e che finalmente vedranno il ritorno della formazione orchestrale a Lanciano dopo lo stop imposto dalla pandemia. 
«Si tratta di un percorso triennale innovativo che poggia su basi solide. - spiega il direttore artistico EMF, Andrea Tenaglia - E voglio ringraziare l’assessore regionale Nicola Campitelli per aver compreso e sposato il nostro progetto, senza il suo aiuto oggi non staremmo qui a parlarne». Arriva proprio dall’assessorato che presiede Campitelli, infatti, la delibera di spesa di 15mila euro per sostenere i progetti 2022 “Riciclando” perché «oggi ci riempiamo tutti la bocca di parole come sostenibile, green e transizione ecologica - dice lo stesso Campitelli - ma la realtà è che dietro deve esserci la concretezza di voler iniziare un processo serio di sensibilizzazione soprattutto delle più giovani generazioni ed il progetto che mi ha presentato il maestro Tenaglia mi è sembrato davvero valido».
I due progetti si propongono di rileggere in chiave contemporanea, rispettivamente un’opera lirica ed un balletto classico, con un allestimento originale attraverso la tematica della sostenibilità ambientale, coinvolgendo la nostra società per il futuro del nostro pianeta. Riciclando in Opera e Riciclando in ballo si prefiggono l’obiettivo di promuovere, attraverso la musica ed il coinvolgimento dell’intera comunità, le buone pratiche nei confronti di un bene collettivo: la nostra Terra. Così come il repertorio musicale ci è stato tramandato nei secoli se ben conservato, è bene che noi stessi operiamo positivamente per lasciare un ambiente nelle migliori condizioni alle generazioni che ci succederanno. La scenografia e i costumi saranno realizzati interamente con materiale di scarto forniti anche dal partner Ecolan ,in collaborazione con il Liceo Artistico “G. Palizzi” di Lanciano, con la società “Chi è di Scena” e con la supervisione dello scenografo Filippo Iezzi, a garanzia di sicurezza e qualità della costruzione e dell’allestimento. Nelle fasi operative, gli studenti daranno libero sfogo alla loro creatività e alla manualità, alla scoperta di tutti i mestieri visibili e invisibili, che sono indispensabili alla realizzazione di uno spettacolo del genere.
Riciclando in Opera vedrà sul palco della piazza d’Armi delle Torri Montanare la messa in scena del Don Giovanni di Mozart e tornerà ad esibirsi l’Orchestra Sinfonica Giovanile “Fedele Fenaroli” grazie al lavoro dei docenti Massimo Spadano (violini), Antonio Bossone (viole), Massimo Magri (violoncelli e contrabbassi) e Andrea Tenaglia (fiati) con il programma di formazione, prima di portare i giovani musicisti di fronte alla bacchetta del Maestro Massimo Spadano.
Riciclando in Ballo porterà invece eccezionalmente il balletto classico sul palco dell’EMF con la straordinaria partecipazione dell’étoile del Teatro dell’Opera di Roma, Susanna Salvi.
«Quella che vi stiamo presentando oggi - afferma il presidente dell’associazione “Amici della Musica”, Antonio Litterio, in conferenza stampa - è una stagione innovativa, bella e che vuole creare qualcosa. Ripartiamo dalla musica, e dalla formazione, per guardare al futuro».
Sarà formazione anche per i tre seminari jazz, di chitarra classica e flauto in programma per l’estate con la supervisione rispettivamente di Walter Gaeta, Isabella Abbonizio e Nicola Campitelli.
Prosegue anche la collaborazione con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese che quest’anno, il 18 luglio, porterà sul palco dell’Estate Musicale Frentana la grande musica dei Queen arrangiata per orchestra dall’istrionico maestro Roberto Molinelli, «perché fare rete tra le eccellenze del territorio è indispensabile per far circolare Cultura», sostiene Tenaglia. Rete e amicizia che proseguono anche con la Scuola Civica di Musica “Fedele Fenaroli” con cui, anche quest’anno, sarà organizzata la tradizionale Festa Europea della Musica, il 21 giugno, nella piazza d’armi delle Torri Montanare. E quest’anno la rete si è allargata anche al teatro Marrucino di Chieti, diretto dal maestro Giuliano Mazzoccante, che ospiterà la produzione “Riciclando in Opera” domenica 17 luglio all’anfiteatro “La Civitella” di Chieti.
Vicinanza confermata anche da parte dell’amministrazione comunale di Lanciano perché «l’Estate Musicale Frentana è Lanciano e Lanciano è l’Estate Musicale Frentana», ha detto l’assessore alla Cultura, Danilo Ranieri. «L’Estate Musicale Frentana resta uno dei punti di riferimento della nostra città e così deve essere. - ha chiuso il sindaco Filippo Paolini - I giovani hanno bisogno di esempi positivi, di cultura viva, vera e reale. E i corsi musicali estivi lo sono da 51 anni».
Resta l’appello alla città a sottoscrivere un abbonamento alla stagione EMF che, tra le altre, prevede agevolazioni per tutti gli studenti della Scuola Civica di Musica con un biglietto simbolico per accedere ai concerti e la possibilità di assistere a tutte le prove gratuitamente.
Perché la Cultura, la Musica e l’Ambiente si insegnano da piccoli.

 

Log in or Sign up