Log in
Teatro Fenaroli Lanciano

Teatro Fenaroli Lanciano

Comunicazione relativa alla stagione di PROSA 2019/2020

  • Pubblicato in Notizie

Comunicazione relativa alla stagione di PROSA 2019/2020

Gli spettacoli di Prosa inclusi nella stagione teatrale 2019/2020 previsti per il 13 marzo e il 5 aprile 2020 - e non andati in scena a causa della pandemia e delle relative disposizioni del Governo - saranno recuperati, come da indicazione degli organizzatori, entro il 20 dicembre 2020. Sarà data comunicazione tempestiva delle effettive date di recupero.

I biglietti e gli abbonamenti già acquistati resteranno validi per le nuove date.

E’ possibile richiedere il rimborso del biglietto, che sarà effettuato in forma di Voucher spendibile per l’acquisto di titoli d’ingresso di eventi proposti dallo stesso organizzatore entro i 12 mesi successivi la creazione del voucher.

Questo meccanismo di rimborso è stato ideato per poter contemperare le esigenze di rilancio del settore dello spettacolo - particolarmente colpito dal lockdown e che sarà probabilmente l’ultimo a ripartire - con la volontà di essere vicini agli spettatori che rappresentano i maggiori sostenitori del mondo dello spettacolo.

I voucher saranno emessi in base a come è stato acquistato il biglietto:

1) Chi ha acquistato i biglietti presso il botteghino del teatro si potrà recare nelle date che saranno comunicate successivamente, compatibilmente con le eventuali disposizioni di sicurezza che saranno emanate, presso il botteghino muniti di biglietti originali per convertire il titolo in Voucher.

2) Chi ha acquistato i biglietti presso un punto vendita ciaotickets può seguire le indicazioni riportate sul sito Ciaotickets.com alla sezione “eventi annullati o rinviati a causa del coronavirus”

Per informazioni 0872713586

Leggi tutto...

Tutti gli spettacoli sono momentaneamente sospesi

  • Pubblicato in Notizie

Tutti gli spettacoli previsti al Teatro Fenaroli sono sospesi, come da decreto governativo.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti sul sito e sui canali social.


 

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

DECRETA:

ART. 1

(Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19)

1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

a) sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita a data successiva al termine di efficacia del presente decreto ogni altra attività convegnistica o congressuale;

b) sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1, lettera d);

c) sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d);

d) limitatamente al periodo intercorrente dal giorno successivo a quello di efficacia del presente decreto e fino al 15 marzo 2020, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza; sono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, nonché le attività delle scuole dei ministeri dell’interno e della difesa;

e) sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;

f) fermo restando quanto previsto dalla lettera d), la riammissione nei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria ai sensi del decreto del Ministro della sanità del 15 novembre 1990, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 6 dell’8 gennaio 1991, di durata superiore a cinque giorni, avviene dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti;

g) i dirigenti scolastici attivano, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità;

h) nelle Università e nelle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, per tutta la durata della sospensione, le attività didattiche o curriculari possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; le Università e le Istituzioni, successivamente al ripristino dell’ordinaria funzionalità, assicurano, laddove ritenuto necessario ed in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative nonché di quelle curriculari ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico;

i) a beneficio degli studenti ai quali non è consentita, per le esigenze connesse all’emergenza sanitaria di cui al presente decreto, la partecipazione alle attività didattiche o curriculari delle Università e delle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, tali attività possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; le Università e le Istituzioni assicurano, laddove ritenuto necessario e in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative, nonché di quelle curriculari, ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico; le assenze maturate dagli studenti di cui alla presente lettera non sono computate ai fini della eventuale ammissione ad esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni;

l) è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto;

m) l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;

n) la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti; gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

o) con apposito provvedimento dirigenziale è disposta, in favore dei candidati che non hanno potuto sostenere le prove d’esame in ragione della sospensione di cui all’articolo 1, comma 1, lettera f) del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, la proroga dei termini previsti dagli articoli 121 e 122 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285;

p) tenuto conto delle indicazioni fornite dal Ministero della salute, d’intesa con il coordinatore degli interventi per il superamento dell’emergenza coronavirus, le articolazioni territoriali del Servizio sanitario nazionale assicurano al Ministero della giustizia idoneo supporto per il contenimento della diffusione del contagio del COVID-19, anche mediante adeguati presidi idonei a garantire, secondo i protocolli sanitari elaborati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute, i nuovi ingressi negli istituti penitenziari e negli istituti penali per minorenni, con particolare riguardo ai soggetti provenienti dai comuni di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, sino al termine dello stato di emergenza.

ART. 2

(Misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale)


1. Sull’intero territorio nazionale si applicano altresì le seguenti misure:

a) il personale sanitario si attiene alle appropriate misure di prevenzione per la diffusione delle infezioni per via respiratoria previste dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e applica le indicazioni per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti previste dal Ministero della salute;

b) è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, di cui all’allegato 1, lettera d);

c) nei servizi educativi per l’infanzia di cui al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle università, negli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni, sono esposte presso gli ambienti aperti al pubblico, ovvero di maggiore affollamento e transito, le informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie di cui all’allegato 1;

d) i sindaci e le associazioni di categoria promuovono la diffusione delle informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie di cui all’allegato 1 anche presso gli esercizi commerciali;

e) è raccomandato ai comuni e agli altri enti territoriali, nonché alle associazioni culturali e sportive, di offrire attività ricreative individuali alternative a quelle collettive interdette dal presente decreto, che promuovano e favoriscano le attività svolte all’aperto, purché svolte senza creare assembramenti di persone ovvero svolte presso il domicilio degli interessati;

f) nelle pubbliche amministrazioni e, in particolare, nelle aree di accesso alle strutture del servizio sanitario, nonché in tutti i locali aperti al pubblico, in conformità alle disposizioni di cui alla direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione 25 febbraio 2020, n. 1, sono messe a disposizione degli addetti, nonché degli utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani;

g) nello svolgimento delle procedure concorsuali pubbliche e private sono adottate opportune misure organizzative volte a ridurre i contatti ravvicinati tra i candidati e tali da garantire ai partecipanti la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra di loro, di cui all’allegato 1, lettera d);

h) le aziende di trasporto pubblico anche a lunga percorrenza adottano interventi straordinari di sanificazione dei mezzi;

i) chiunque, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del presente decreto, abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o sia transitato e abbia sostato nei comuni di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, deve comunicare tale circostanza al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta. Le modalità di trasmissione dei dati ai servizi di sanità pubblica sono definite dalle regioni con apposito provvedimento, che indica i riferimenti dei nominativi e dei contatti dei medici di sanità pubblica; ove contattati tramite il numero unico dell’emergenza 112 o il numero verde appositamente istituito dalla regione, gli operatori delle centrali comunicano generalità e recapiti per la trasmissione ai servizi di sanità pubblica territorialmente competenti.

2. L’operatore di sanità pubblica e i servizi di sanità pubblica territorialmente competenti provvedono, sulla base delle comunicazioni di cui al comma 1, lettera i), alla prescrizione della permanenza domiciliare, secondo le modalità di seguito indicate:

a) contattano telefonicamente e assumono informazioni, il più possibile dettagliate e documentate, sulle zone di soggiorno e sul percorso del viaggio effettuato nei quattordici giorni precedenti, ai fini di una adeguata valutazione del rischio di esposizione;

b) accertata la necessità di avviare la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, informano dettagliatamente l’interessato sulle misure da adottare, illustrandone le modalità e le finalità al fine di assicurare la massima adesione;

c) accertata la necessità di avviare la sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario, l’operatore di sanità pubblica informa inoltre il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta da cui il soggetto è assistito anche ai fini dell’eventuale certificazione ai fini INPS (circolare INPS HERMES 25 febbraio 2020 0000716 del 25 febbraio 2020);

d) in caso di necessità di certificazione ai fini INPS per l’assenza dal lavoro, si procede a rilasciare una dichiarazione indirizzata all’INPS, al datore di lavoro e al medico di medicina generale o al pediatra di libera scelta in cui si dichiara che per motivi di sanità pubblica è stato posto in quarantena, specificandone la data di inizio e fine.

3. L’operatore di sanità pubblica deve inoltre:

a) accertare l’assenza di febbre o altra sintomatologia del soggetto da porre in isolamento, nonché degli altri eventuali conviventi;

b) informare la persona circa i sintomi, le caratteristiche di contagiosità, le modalità di trasmissione della malattia, le misure da attuare per proteggere gli eventuali conviventi in caso di comparsa di sintomi;

c) informare la persona circa la necessità di misurare la temperatura corporea due volte al giorno (la mattina e la sera).

4. Allo scopo di massimizzare l’efficacia della procedura sanitaria è indispensabile informare sul significato, le modalità e le finalità dell’isolamento domiciliare al fine di assicurare la massima adesione e l’applicazione delle seguenti misure:

a) mantenimento dello stato di isolamento per quattordici giorni dall’ultima esposizione;

b) divieto di contatti sociali;

c) divieto di spostamenti e viaggi;

d) obbligo di rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza.

5. In caso di comparsa di sintomi la persona in sorveglianza deve:

a) avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta e l’operatore di Sanità Pubblica;

b) indossare la mascherina chirurgica fornita all’avvio della procedura sanitaria e allontanarsi dagli altri conviventi;

c) rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo un’adeguata ventilazione naturale, in attesa del trasferimento in ospedale, ove necessario.

6. L’operatore di sanità pubblica provvede a contattare quotidianamente, per avere notizie sulle condizioni di salute, la persona in sorveglianza. In caso di comparsa di sintomatologia, dopo aver consultato il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta, il medico di sanità pubblica procede secondo quanto previsto dalla circolare n. 5443 del Ministero della salute del 22 febbraio 2020, e successive modificazioni e integrazioni.

7. Su tutto il territorio nazionale è raccomandata l’applicazione delle misure di prevenzione igienico sanitaria di cui all’allegato 1.

ART. 3

(Monitoraggio delle misure)

1. Il Prefetto territorialmente competente monitora l’attuazione delle misure previste dal presente decreto da parte delle amministrazioni competenti.

ART. 4

(Disposizioni finali)

1. Le disposizioni del presente decreto producono effetto dalla data di adozione del medesimo e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020.

2. Dalla data di efficacia delle disposizioni del presente decreto cessano di produrre effetti gli articoli 3 e 4 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020.

3. Restano ferme le misure previste dagli articoli 1 e 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni. Nei territori indicati negli allegati 1, 2 e 3 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, le misure di cui al presente decreto, ove più restrittive, si applicano comunque cumulativamente con ogni altra misura prevista dai predetti articoli 1 e 2.

4. Le disposizioni del presente decreto si applicano alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione.


Roma,

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL MINISTRO DELLA SALUTE

 


Allegato 1
Misure igienico-sanitarie:

a) lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) evitare abbracci e strette di mano;

d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

 

Leggi tutto...

Il Teatro Umbro dei Burattini presenta "Pinocchio"

  • Pubblicato in Notizie

SPETTACOLO RINVIATO AD ALTRA DATA

Dall'Umbria lo spettacolo dei burattini di #Pinocchio a #LANCIANO

Teatro Comunale Fenaroli

Domenica 8 marzo 2 spettacoli ore 15,30 e ore 17,30

durata 1h15m
Info. 347/0002029 - www.teatrodeiburattini.it

Ingresso 8€ - biglietti su http://www.teatrodeiburattini.it/biglietteria.php

“Pinocchio, le avventure di un sognatore”

Il burattino più disubbidiente e bugiardo della letteratura ritorna a vivere le sue straordinarie avventure.
Ma, quello, realizzato ed ideato da Andrea Bertinelli regista e attore, insieme a Vioris Sciolan, è un Pinocchio un po’ nuovo.
Lo spettacolo racconta certo la favola senza tempo che ha appassionato generazioni di bambini e lo fa attraverso l’antica arte dei burattini che riesce ancora a emozionare e a divertire, lasciando ai più piccoli anche spazio per l’immaginazione. Ma non basta la sua particolarità è quella di dare della celebre storia un’originale lettura; ad esempio Pinocchio giocherà e sarà spesso alle prese con i moderni videogiochi o socializzerà con gli altri bambini anche attraverso i social-network. La compagnia umbra infatti, ha deciso di avvicinare il giovane pubblico non rifiutando il linguaggio delle nuove generazioni che conoscono internet ed i vari giochi elettronici. Ma soprattutto, gli autori vogliono invitare i bambini ad una nuova esperienza attraverso il linguaggio dei burattini, che per molti sarà una piacevole scoperta.
Vogliono chiamarli ad uno spettacolo coinvolgente per farli sentire artefici di una storia importante; vogliono favorire qualche momento di riflessione, lieve e non pedante, per sollecitare la loro sensibilità. Gli scenari sono ricchi di atmosfera ed aiutano l’immaginazione a ….volare!
Le musiche, tutte originali, sono composte da Giuliano Ciabatta in arte “Paco”, musicista e compositore, che ha al suo attivo prestigiose collaborazioni con artisti di livello nazionale. Una fra tutte quella con Lucio Dalla.
La compagnia del Teatro umbro dei burattini ha già alle spalle decine di spettacoli in tutta la Penisola con un notevole successo di pubblico e di critica ed offre un pomeriggio che diverte bambini e adulti i quali, tornando a casa, lasciano molto spesso sul sito e sulla pagina Facebook dei commenti pieni di entusiasmo e di lodi per i ragazzi della compagnia.

ANDREA BERTINELLI
Nato a Perugia, laureato in giurisprudenza da sempre amante del teatro. Studi con Insegnanti dell’Accademia di Roma e con Dario Fo Conduttore in varie tv locali dell’Umbria Cabarettista. Una grande passione anche per il mondo del circo ove, per molti anni, ha lavorato come “PresentAttore” nel complesso diretto da Loredana Bellucci.

VIORIS SCIOLAN
Appartenente ad una antica famiglia circense italiana, svolge da molti anni la sua grande passione per il mondo del teatro di figura ove ha portato anche la sua esperienza organizzativa nei tanti incarichi che richiede l’organizzazione di una tournèe.

PACO CIABATTA
Musicista Compositore con anni di esperienza, ha scritto tutte le musiche dello spettacolo “Pinocchio, le avventure di un sognatore” tra le quali ricordiamo “La canzone di Pinocchio” che può esssere scaricata liberamente da questo sito. Importanti sono le collaborazioni di Paco nel mondo della musica leggera tra tutte ricordiamo quella con Lucio Dalla. IL

TEATRO UMBRO DEI BURATTINI
Scenografie Efrain Santiago di Cuba – Sartoria Serena Mattiacci – Attrezzistica Piccini Group – Materiale promozionale Fazzini italiana Produzioni - Luci superlight Milano - Musiche Paco Ciabatta – mix Marco Scott – Catering GMB Perugia - Studio Legale Francesca Bagianti Perugia.
Per l’affetto e l’amicizia grazie anche a: Bruno Pilla, Fabiola Fabbri, M° Daniele Marco Tirilli, Sandy e Jennifer Medini, Nada Pieri, Daniele Vivani, Yanara, Jorge ed Erik, Vania di Modena, Monica Epifani, Michele Piselli, Sofia Coletti, Elvis Chaulan, Fabio Mariotti e naturalmente il pubblico...

Leggi tutto...

CULTURA, AL VIA SECONDA PARTE “LE CONVERSAZIONI”

  • Pubblicato in Notizie

Prenderà il via venerdì 28 febbraio la seconda parte de Le Conversazioni, quest'anno dedicate al tema "Uomo patrimonio da salvare, legalità è dignità". Cinque appuntamenti da qui fino alla fine di marzo, tutti con ingresso libero, per chiudere un ciclo di incontri aperti alla cittadinanza avviati con la prima parte nell'autunno 2019 nel quale sono stati affrontati i temi della legalità, del giornalismo d'inchiesta, della solidarietà, delle piccole grandi storie di umanità della casa circondariale di Lanciano. Venerdì 28 febbraio, ore 18, incontro sul tema "Fondamentalismo e radicalismo religioso", a cura dell'Associazione L'Altritalia con Antonello Canzano dell'Università degli Studi G. D'Annunzio. Venerdì 6 marzo ore 17.30, incontro con la psicanalista Laura Grignoli, pedagogista e arteterapeuta sul tema "Prevenire il disagio, assicurare la legalità, a cura dell'Associazione Maria Luisa Brasile. Giovedì 12 marzo alle ore 18, l'Arciconfraternita della Morte e Orazione di S. Filippo Neri di Lanciano, presenterà il reportage video girato dal giornalista videomaker Francesco Paolucci, "Il racconto della Settimana Santa a Lanciano". Venerdì 20 marzo, ore 15.30, convegno pubblico "Stop Violenza - Aspetti e prospettive di intervento per il contrasto e il superamento", a cura dell'Associazione Lions Club di Lanciano: l'incontro si terrà nell'Aula Magna del Palazzo degli Studi "Marcello De Cecco". Venerdì 27 marzo, ore 18, "Teatro per educare, rieducare con il teatro", a cura dell'Associazione Uomo un patrimonio da salvare", in collaborazione con l'Associazione Il Ponte e il Liceo Classico di Lanciano: la IV C porterà in scena lo spettacolo "In vinculis", per la regia di Claudia Gonzales. Tutti gli appuntamenti, salvo il convegno pubblico Stop alla Violenza a Palazzo degli Studi, si terranno nel salone d'onore "Benito Lanci" della Casa di Conversazione.

"La seconda parte de Le Conversazioni ripropone i temi legati al rispetto dei diritti umani in tutte le varie forme e accezioni, con particolare riferimento all’educazione, alla formazione e alla conoscenza quali strumenti necessari a contrastare la violenza e l’illegalità diffusa negli ambienti di vita e di lavoro. Considero lLe Conversazioni, che quest’anno abbiamo proposto in una formula più libera rispetto ai luoghi e ai giorni, delle finestre di dialogo e di confronto importanti con la comunità. L’esperienza dell’associazione Uomo patrimonio da salvare, nata tra le mura della casa circondariale grazie alla volontà di Cristiana Antonelli e Alessandra Di Labio, è stata fondamentale per collegare alla Città le realtà in cui si vive il disagio, la solitudine e la sofferenza umana. E’ in questi luoghi, che sento vicini, che si lavora tutti i giorni per ritrovare la strada e per garantire il ritorno alla vita della “persona”, di quella che sta dietro la traduzione latina della "maschera" e che è necessario liberare perché torni a gustare appieno il sapore e il diritto alla felicità", dichiara l'Assessora alla Cultura Marusca Miscia.

 

Leggi tutto...

Lezione concerto "al Chiaro di Luna"

  • Pubblicato in Notizie

In occasione del 250° anniversario della nascita
di LUDWIG VAN BEETHOVEN.

Lunedì 3 Febbraio 2020 alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale Fedele Fenaroli di Lanciano, il Maestro Remo Vinciguerra presenta una lezione concerto "al Chiaro di Luna" con gli alunni della Scuola Mazzini basata sul suo libro Una Fantastica Storia della Musica (Edizioni Curci Music and Books).

A suonare le composizioni più famose di Beethoven ci sarà Gloria Campaner, nota pianista internazionale, conosciuta in tutto il mondo per le sue interpretazioni classiche, in corsa con il suo ultimo cd per l'ambito Grammy Awards Classic.

Un'occasione da non perdere per imparare, ascoltare e rendere onore ad uno dei più grandi compositori classici della storia della musica: LUDWIG VAN BEETHOVEN!

 
 
Leggi tutto...

Concerti di Capodanno - Giovedì 2 Gennaio 2020

  • Pubblicato in Notizie
Giovedì 2 Gennaio 2020, ore 18.00/21.00 - Teatro Fenaroli di Lanciano
Per l'anno 2020, in occasione dell’inizio della 49° edizione dell'Estate Musicale Frentana, l'Associazione "Amici della Musica" FEDELE FENAROLI, da il via al 2020 con i due tradizionali concerti di inizio anno dell’Orchestra Internazionale di Roma, che diretta da M° Antonio Pantaneschi, proporrà nel classico stile dei più famosi e tradizionali concerti di Capodanno, le più belle melodie e le pagine musicali più famose, che hanno caratterizzato questi eventi, di grandi compositori come Strauss, Offenbach e Tchaikovsky …

Posto unico: 15 euro - Eventi fuori abbonamento - Dress Code: Abito da sera - Botteghino aperto da un'ora prima degli spettacoli presso il Teatro Fenaroli di Lanciano Prevendita online: www.ciaotickets.com Prevendita: VENDITTI S.A.S. Corso Trento e Trieste 143 - 66034 Lanciano - 0872.712983 + info: www.estatemusicalefrentana.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0872.709762
Leggi tutto...

Concerto di Santo Stefano: Lanciano Gospel Night

  • Pubblicato in Notizie
Giovedì 26 Dicembre 2019, Ore 18.00 - Teatro Fenaroli

Concerto di Santo Stefano: “Lanciano Gospel Night”
Danton Whitley & Mosaic Sound

Danton Derelle Whitley, nato ad Aberdeen, Maryland, è spesso considerato come un pioniere della sua arte. Fin dalla più giovane età, la sua musica è sempre stata una grande dote. Nella Prima lettera ai Corinzi (14:15) si legge: “Canterò con lo spirito, ma canterò anche con l’intelligenza”, una frase sulla quale lui fonda la sua vita. Ottenuto, nel 2010, il diploma artistico in Canto (voce classica) alla Morgan State University, e avendo un padre Pastore presso l’Organizzazione Church Of God In Christ (COGIC), Danton diventa ben presto un direttore del coro fuori dal comune, che interpreta sapientemente e con passione i messaggi di Dio. Oggi Whitley ricopre il ruolo di Ministro della musica presso il Refuge Temple COGIC di Aberdeen (Maryland). É anche direttore del Coro Nazionale per la prima giurisdizione del COGIC nel Maryland e opera come direttore del coro nella Chiesa Battista Meridionale della contea di Harford. É un cantante eccellente, scrittore, compositore, musicista, predicatore e maestro gospel. Tutte doti che combinandosi con lo stile vocale e le abilità del gruppo Mosaic Sound, hanno dato vita a un coro dalla forza straordinaria.

Il gruppo Danton Whitley & Mosaic Sound nasce nel 2006, e si introduce nel mondo della musica gospel come una ventata di freschezza, offrendo un messaggio di libertà e speranza. Prendono ispirazione e nome dall’arte del mosaico e dalle scritture di Mosè e il loro obiettivo è quello di condividere la parola di Gesù attraverso la musica e il canto. Influenzati da generi come opera, jazz e gospel contemporaneo, musica classica e cristiana, il loro sound è unico e incomparabile.
Grazie al loro talento e al loro suono accattivante, il guppo ha avuto l’onore di condividere il palco con i più importanti nomi del mondo gospel, come Donnie McClurkin, Karen Clark-Sheard, Kim Burrell, Kierra Sheard, Norman Hutchins, Maurette Brown-Clark e molti altri. Di recente, Danton Whitley e i Mosaic Sound hanno ottenuto il premio Dee Dee Showell Legacy come miglior gruppo.
Nell’estate del 2009, Danton Whitley e i Mosaic Sound hanno fondato la Mosaic Sound Inc. (di cui Whitley è presidente/CEO), che si è posta come obiettivo lo sviluppo artistico, la promozione e la distribuzione di artisti e musicisti gospel. “Coltivare, crescere e realizzare musica perfetta” è la mission di Mosaic Sound Inc. Nel gennaio del 2012, Danton Whitley & Mosaic Sound hanno rilasciato il loro primo singolo, “It’s Settled”, un’anticipazione del loro acclamato CD uscito nella primavera del 2013. L’album è stato prodotto da Tyrae Brown di “Brownsville Music” e tutte le canzoni sono state scritte e prodotte da Whitley. Danton Whitley sa che il successo non è niente senza la fedeltà, la comprensione e la devozione alla volontà divina. Isaiah 40:8 dice: “L’erba si secca, il fiore appassisce, ma la parola del nostro Dio sussiste in eterno" …



+ info: www.estatemusicalefrentana.it - E mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - da Lun. a Ven. ore 9.30/13.00 - Telefoni e fax - 0039.0872.709762 - 0872.710241 - presso: Parco delle Arti Musicali "TORRI MONTANARE" BIGLIETTI 1° Fascia: 20 euro - 2° Fascia: 15 euro Botteghino aperto da un'ora prima dello spettacolo presso il TEATRO FENAROLI di Lanciano Prevendita online: www.ciaotickets.com Prevendita: VENDITTI S.A.S - Corso Trento e Trieste 143 - 66034 Lanciano - 0872.712983 Evento fuori abbonamento organizzato in collaborazione con: TWINS MUSIC


Leggi tutto...

CRESCENDO La musica come non l’avete mai vista Edizione 2020 - Abbonamenti a 3 spettacoli

  • Pubblicato in Notizie
CRESCENDO.
LA MUSICA COME NON L'AVETE MAI VISTA
Edizione 2020
Teatro Fenaroli, Lanciano
Ore 17,30
__________________________
Domenica 19 gennaio
GLITCH, ECO DEL TEMPO
ITALIAN PERCUSSION ENSEMBLE, orchestra di percussioni
ANTONIO SANTANGELO, direttore
ENZO FRANCESCO TESTA, video maker

___________________________
Domenica 16 febbraio
I COLORI DELLA MUSICA
SINFONICAMENTE DUO
CLAUDIO SANTANGELO, marimba
STEFANO DELLE DONNE, violino
ELEONORA GIANCRISTOFARO, danzatrice solista
ANNA GIANCRISTOFARO, ARIANNA DI CAMILLO, BARBARA DI CAMPLI, danzatrici

___________________________
Domenica 15 marzo
DREAMS, LOVE & TANGO
SARAH RULLI, flauto
ACCORDION QUINTET TORREFRANCA
LUCA COLANTONIO, GIUSEPPE LOIERO, GIOVANNI GAGLIARDI, ANTONIO SAULO, GIUSEPPE GUALTIERI, fisarmoniche
TIZIANA MINU, acrobata aerea
 

***Aperitivo offerto dalla Cantina Eredi Legonziano alla fine di ogni concerto presso il Foyer del teatro***

BIGLIETTI:
12 EURO (INTERO) 6 EURO (RIDOTTO)

ABBONAMENTO AI 3 CONCERTI:
30 EURO (INTERO) 15 EURO (RIDOTTO)
 
Leggi tutto...

30 anni per il Teatro. Spettacoli celebrativi del 30. anno di attività degli Amici della Ribalta

  • Pubblicato in Notizie

 

28 dicembre 2019 ore 21
Stasera... Eduardo

29 dicembre ore 17.00
Non ti conosco più

Spettacoli celebrativi dei 30 anni di attività dell'Associazione Amici della Ribalta

 
Doppia serata di Teatro Dialettale, per celebrare i 30 anni di attività della compagnia degli Gli Amici della Ribalta Lanciano - Ass. Culturale Teatrale. Il Teatro Fenaroli di Lanciano ospiterà Sabato 28 Dicembre 2019 ore 21:00 "Stasera Eduardo" e Domenica 29 Dicembre 2019 ore 17:00 "Non ti conosco più".
 
 
Se con "Stasera Eduardo", ci emozioneremo, per la comicità e per la velata drammaticità di un'antologia delle scene migliori dei capolavori di Edoardo De Filippo, con "Non ti conosco più", assisteremo agli intrighi e ai malintesi dell'avvocato Paolo Malpieri e di sua moglie Luisa, che, dopo una crisi di nervi, non lo riconosce più.
 

Per info: 339/8201983 - 0872/714755 - www.teatrofenaroli.it

Per lo spettacolo del 29 biglietto ridotto per gli abbonati alla stagione di prosa (€10 I settore - €8 II settore).

Prevendita presso il botteghino del teatro 27 e 28 dicembre (10/12 - 16/19) oppure sul circuito ciaotickets

Leggi tutto...

La nuova stagione di #teatroragazzi del Teatro Comunale Fedele Fenaroli

  • Pubblicato in Notizie

Racconti d'inverno - A teatro con mamma e papà 2019/2020

Abbonamento Stagione 2019/20

17 Novembre 2019 ore 17.00
Con la luna per mano
I Teatrini

 

8 Dicembre ore 17.00
La Bella e la Bestia
Arterie Teatro

 

5 Gennaio 2020 ore 17.00
Biancaneve e i sette nani
I Guardiani dell'Oca

 

2 Febbraio 2020 ore 17.00
Passeggiando con Alice
La Mansarda Teatro dell'Orco

 

Biglietti e abbonamenti in vendita presso il botteghino del teatro Venerdì 15, Sabato 16 novembre dalle 16:30 alle 19:30 e Domenica 17 dalle 15:30 oppure online su i-ticket.it.

Biglietto singolo 6€, abbonamento 4 spettacoli 20€.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Log in or Sign up