Mercoledì, 17 Dicembre 2014 01:00

AMADEUS - 26 nov 2014

Scritto da Chiara Saturno
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Sposta una sola nota e la musica si immiserisce, cambia una sola frase e la struttura crolla."
(Salieri a proposito della musica di Mozart)

Amadeus è il titolo di un'opera teatrale di Peter Shaffer, ripresa e portata in scena dagli attori del teatro stabile di Genova e la compagnia Gank. Racconta della celebre invidia di Antonio Salieri, compositore italiano, per il più famoso “collega” viennese Mozart, per la quale ha cercato in tutti i modi possibili di distruggerne la reputazione.
L'ingrediente principale di tutta la vicenda è sicuramente l'ironia che trasporta l'intera vicenda dal settecento ai giorni nostri, rendendola moderna e capace di catturare l'intero pubblico, grazie anche ai tanti piccoli monologhi di Salieri, interpretato da Tullio Solenghi, rivolti agli spettatori. 
All'attore è toccato il difficile compito di rendere simpatico un personaggio drammatico intento a rimuginare sul passato come quello di Salieri.
Poi a sottolineare cambi di ambientazione e a fare da sfondo all'interpretazione degli attori c'era la musica di Mozart compensando la mancanza di tempi e spazi precisi.
Alla fine, pur di avere un po' di notorietà, Salieri sparge la falsa voce di essere proprio lui l'assassino di Mozart. E pensandoci bene ci è riuscito: è l'assassino di un genio.

Chiara Saturno, Istituto magistrale “Cesare De Titta” - classe 5CL
Letto 919 volte

Login Form