Mercoledì, 16 Maggio 2012 12:20

Chi ha paura muore ogni giorno – I miei anni con Falcone e Borsellino

Scritto da Valentina Le Donne
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lo spettacolo “Chi ha paura ogni giorno” offre un fuorviante e nitido quadro dell'attività della mafia. Colui che presta la sua persona a descrivere tale situazione non è niente di meno che il giudice Giuseppe Ayala, insieme ad una seconda voce narrante (Angela Tucci). Egli, tramite la sua esperienza di una vita dedicata alla lotta alla mafia, ricorda i propri rapporti di grande amicizia con i giudici Falcone e Borsellino ed il ruolo di entrambi nella lotta alla mafia. Il giudice Ayala narra le vicende del settore antimafia del tribunale di Palermo di cui faceva parte egli stesso insieme a Falcone e Borsellino e dei successi ottenuti tramite esso. Oltre a narrare i fatti in merito alle operazioni svolte contro la lotta della criminalità organizzata, egli trasmette allo spettatore grandi emozioni che toccano le corde più profonde dell'animo, dando importanza al lato umano di se stesso e dei personaggi trattati. Tutto lo svolgimento dello spettacolo è stato accompagnato da musiche che conferivano suggestività ai racconti di Ayala che si muove su un palco molto semplice dove sono presenti delle sedie e un albero di magnolia, celebre per essere divenuto con il tempo l'emblema della lotta alla mafia di Palermo.

 

Valentina Le Donne, “Liceo classico Vittorio Emanuele II” - Classe III C

 

 

Letto 949 volte

Login Form