Log in

Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa

La regia di Gianluca Guidi, con la compagnia Artù, il 9 Dicembre 2011, presso il Teatro Fedele Fenaroli, ha messo in scena la versione italiana di una delle più grandi opere dell'inglese Ray Cooney, che ha riscosso un successo clamoroso in molti paesi europei, come Parigi, o Madrid. Un cast eccezionale composto da Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Miriam Mesturino, Nini Salerno, Liciana Lentini e con la partecipazione di Raffaele Pisu.

Attori senza alcun dubbio talentuosi, in grado di coinvolgere e far divertire gli spettatori.

Le vicende si svolgono nella suite 648 del Palace Hotel, creando un intreccio vorticoso di bugie per nascondere, non solo la relazione tra l'On. De Mitri e la sua amante dell'ufficio stampa dell'opposizione, ma anche un cadavere che proprio non vuole saperne di star fermo. Purtroppo per i nostri protagonisti nulla andrà come previsto: tra il personale dell'albergo troppo impiccione, la moglie che improvvisa sorprese, il marito geloso ed iracondo ed il morto ambulante, venti di panico soffiano sul prestigioso hotel.

Emerge vigoroso il personaggio di Mario Girini, come i piccoli delle rane, fedele portaborse dell'On, De Mitri, che cercherà in ogni modo di affrontare le situazioni più improbabili e divertenti, impersonando al meglio le bugie dell'On.

Ma anche la scenografia ha la sua parte e sia nel complesso che nei dettagli è stata curata ottimamente, riproducendo con realismo una vera e propria suite a 5 stelle.

Commedia esilarante, dal ritmo frizzante ed incalzante, che trasporta lo spettatore proprio al fulcro della vicenda.

Un'opera di satira moderna, che vi coinvolgerà e farà riscoprire il piacere del RISUM MOVER Plautino.

Giada Costantini, Liceo Classico, I C

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Log in or Sign up